venerdì 20 lug 2018
ultimo aggiornamento ore 12.33
CRONACA
ATTUALITA'
INTERVISTE
SPORT
pagina BiancoNera
HANNO DETTO...
L'INTERVENTO DI...
tsunami
pagina dei libri
pagina dell'Arte
pagina della musica
pagina del cinema
pagina della salute
pagina del gelato
pagina delle ricette
pagina delle aziende
pagina degli annunci
pagina dei soldi
pagina degli astri
pagina dei Pezzi da 90
pagina dei concorsi
pagina di Google
pagina del cane Vidar
photogallery
Cerca su Pagina:

Area Utenti
Commenta i nostri articoli:
Username:
Password:
RIVOLI - 11/10/2011MOSTRE/EVENTI

"Arte Povera International" al Castello di Rivoli

di Giuseppe Misuraca

Dopo le polemiche che ci sono state nel mese di settembre finalmente il Castello di Rivoli ha riaperto il portone in cui si era rinchiuso quasi per difendersi dagli attacchi ed ha inaugurato, sabato 8 ottobre, la mostra Arte Povera International a cura di Germano Celant e che resterà aperta fino al 22 febbraio 2012.
L’esposizione propone i lavori dei 13 artisti fondatori dell’Arte Povera che dialogano sia con la struttura Juvarriana sia con le altre opere già esistenti che fanno parte della Collezione del Museo.
Infatti le singole sale dei protagonisti dell’Arte povera trovano in parallelo altre sale dove le loro opere, provenienti dalla collezione del Castello o da altre collezioni nel mondo, sono messe in dialogo con lavori di artisti che hanno condiviso lo stesso momento storico e linguistico. Per cui i due piani del Museo ospitano un discorso autonomo dei singoli artisti e uno in parallelo con personalità come Vito Acconci, Carl Andre, John Baldessari, Dara Birnbaum, Daniel Buren, Lucio Fontana, Sol LeWitt, Walter De Maria, Rebecca Horn, On Kawara, Fausto Melotti, Berry Le Va, Keith Sonnier, Robert Barry e Andy Warhol.
Nella presentazione al pubblico il curatore Germano Celant ha parlato di sintonie delle opere con il contenitore (Castello) e integrazione con le altre opere. La diversità esiste in ogni stanza dove assume una propria peculiarità ma con intrecci e osmosi con le opere degli altri artisti. Celant ha voluto ribadire, con una rilettura della Collezione del Museo, le sintonie e non i contrasti, in una situazione aperta e di rinnovamento rispetto all’edificio.

Tra gli artisti presenti Celant ha citato il lavoro di Michelangelo Pistoletto, assente all’inaugurazione perché impegnato all’Evento di Bordeau in Francia, che con i suoi lavori dialoga con quelli di Andy Warhol e di Lucio Fontana due artisti molto diversi tra di loro ma che hanno saputo cambiare il ruolo dell’arte portandola alla conoscenza di tutti.
La mostra al Castello segue quelle, sempre sull’Arte Povera, aperte a Bologna e a Roma e che successivamente ne saranno inaugurate in altre Città italiane e che si svolgeranno contemporaneamente, fino a marzo 2012, in diverse e importanti istituzioni museali e culturali italiane.



L’iniziativa “Arte Povera international” ha come fulcro il movimento nato nel 1967 con gli artisti Giovanni Anselmo, Alighiero Boetti, Pier Paolo Calzolari, Luciano Fabro, Jannis Kounellis, Mario Merz, Marisa Merz, Giulio Paolini, Pino Pascali, Giuseppe Penone, Michelangelo Pistoletto, Emilio Prini e Gilberto Zorio, presenta su scala nazionale e internazionale gli sviluppi storici e contemporanei di questa ricerca distribuendo le varie fasi e i singoli momenti linguistici in differenti spazi, dal MAXXI – Museo Nazionale delle Arti del XXI Secolo di Roma al Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea di Rivoli (Torino), dal MADRE – Museo d'Arte Contemporanea Donnaregina di Napoli al MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna e dalla Galleria nazionale d’arte moderna di Roma alla Triennale di Milano.



Arte Povera 2011, che si avvale dei prestiti dei maggiori musei e delle più importanti fondazioni, anche dedicate ai singoli artisti, in Italia e all’estero, ha altresì il fine di coagulare l’attenzione su una ricerca visuale che è stata riconosciuta, insieme al Futurismo, quale importante contributo all’arte nel mondo.

Arte Povera International
Castello di Rivoli, Museo d’Arte Contemporanea
Piazza Mafalda di Savoia
fino al 22 febbraio 2012
da martedì a giovedì ore 10.00 – 17.00
venerdì, sabato e domenica ore 10.00 – 21.00


Versione per stampa
REDAZIONE - PUBBLICITA' - PROMOZIONI - _ - Road Communication sas Editrice P.I. 09842050016 - Copyright © Pagina - All rights reserved
Powered by Blulab