mercoledì 22 ago 2018
ultimo aggiornamento ore 05.56
CRONACA
ATTUALITA'
INTERVISTE
SPORT
pagina BiancoNera
HANNO DETTO...
L'INTERVENTO DI...
tsunami
pagina dei libri
pagina dell'Arte
pagina della musica
pagina del cinema
pagina della salute
pagina del gelato
pagina delle ricette
pagina delle aziende
pagina degli annunci
pagina dei soldi
pagina degli astri
pagina dei Pezzi da 90
pagina dei concorsi
pagina di Google
pagina del cane Vidar
photogallery
Cerca su Pagina:

Area Utenti
Commenta i nostri articoli:
Username:
Password:
LA LOGGIA - 09/05/2009 ore 22:30pagina dei libri

Dal Cilento a Torino: una vita raccontata in poesia

È stato pubblicato per la Seneca Edizioni il primo libro del loggese Carmelo Cossa. Dopo tanti anni in cui le sue poesie erano rimaste chiuse in un cassetto, nascoste alla vista di tutti se non a quella dei propri cari, l’imprenditore loggese ha tentato con successo la strada della pubblicazione.
E al primo colpo ha fatto centro, pubblicando una raccolta che è sì poesia, ma è anche autobiografia.
Carmelo Cossa, nato il 30 luglio 1954 a Laurino in provincia di Salerno, nel cuore del Cilento, lascia la sua terra ancora minorenne e parte per il nord. Arriva a Torino, un mondo totalmente nuovo e diverso, ma un po’ di fortuna e tanta determinazione lo aiuteranno a trovare un lavoro come elettricista dopo pochi minuti dall’arrivo alla stazione di Porta Nuova, quando ancora non sa né dove andare né che fare.
Ed è da lì che inizia tutto: la sua nuova vita al Nord, la sua carriera lavorativa che lo porterà a diventare un imprenditore, la sua vena poetica che da lì in poi non lo abbandonerà più. Tutto inizia con una poesia semplice e diretta, “Il treno”, che racchiude lo sgomento del lasciarsi la propria terra alle spalle e tende all’ignoto che c’è davanti, con gli occhi di un bambino di quindici anni che per esorcizzare la paura la mette nero su bianco e la annulla. Tutto inizia così, con un consiglio di anziano uomo che gli suggerisce di trasporre su carta le paure della vita vera, per affrontarle e guardarle dritte negli occhi. E superarle.
Il ragazzo quindicenne cresce, tra esperienze formative, successi e delusioni, e ogni singolo tassello della vita di Cossa finisce vergato su una pagina bianca, piccolo tesoro che rimarrà gelosamente custodito fino ai giorni nostri.
Poi un giorno il grande passo: la pubblicazione. Le poesie nel frattempo sono diventate centinaia e il volume non può che raccoglierne solo una parte. Con questo libro, che racchiude cinquant’anni di vita, Cossa alterna momenti di riflessioni sulla vita (come nelle poesie “La vita” e “Per sempre”) e riflessioni sulla natura (come in “Nuvola”, “Ruscello”, “Oceano”, “Foglia”) ad altri momenti più intimi e personali (come in “Forse”, “Un rito” e “Sostienimi”) ad altri, ancora, che toccano l’attualità (“Ti odio”, “Orrore”).
Ora, Carmelo Cossa, che ha accettato di pubblicare le proprie poesie quasi per gioco, si ritrova investito da un successo inaspettato, un successo che lo ha visto recensito sulle pagine de La Stampa e che gli ha fatto raggiungere un quantitativo insperato di copie vendute dopo poco più di una settimana dal lancio del libro. Un record che ora lo porterà direttamente alla Fiera del Libro di Torino per la definitiva consacrazione.
Ma i cassetti che per quarant’anni sono rimasti chiusi, sono ben lungi dall’essere stati svuotati. Lì in fondo, oltre a centinaia di poesie che attendono ancora la luce della pubblicazione, giace anche un romanzo. E presto, conferma l'autore, diventerà un libro dal titolo ancora incerto.
Fabio Casalis
L'ESSERE È POESIA
Di Carmelo Cossa
Seneca Edizioni - Torino
Pagine 104
Prezzo di copertina 12 euro.

Versione per stampa

Articoli correlati

REDAZIONE - PUBBLICITA' - PROMOZIONI - _ - Road Communication sas Editrice P.I. 09842050016 - Copyright © Pagina - All rights reserved
Powered by Blulab