mercoledì 16 gen 2019
ultimo aggiornamento ore 06.55
CRONACA
ATTUALITA'
INTERVISTE
SPORT
pagina BiancoNera
HANNO DETTO...
L'INTERVENTO DI...
tsunami
pagina dei libri
pagina dell'Arte
pagina della musica
pagina del cinema
pagina della salute
pagina del gelato
pagina delle ricette
pagina delle aziende
pagina degli annunci
pagina dei soldi
pagina degli astri
pagina dei Pezzi da 90
pagina dei concorsi
pagina di Google
pagina del cane Vidar
photogallery
Cerca su Pagina:

Area Utenti
Commenta i nostri articoli:
Username:
Password:
TORINO - 11/12/2008L'INTERVENTO DI...

La dislessia non si cura con l'ascolto, proviamo con i grandi caratteri

Massimo Rondi

Si parla molto di dislessia, disturbo della capacità di leggere, e come logica conseguenza molti parlano di audiolibri. Tuttavia, a mio parere, il discorso molto logico non è. La dislessia è etichettata come DSA con il codice F80.1, Disturbo Specifico dell’Apprendimento, Specifico proprio perché riguarda specificamente la lettura. Mi aspetterei dunque (salvo che in casi di dislessia ‘severa’) il ricorso, più che all’ascolto, al libro edito con particolari caratteristiche - in primis, ma non solo, i grandi caratteri - perché la lettura può essere davvero terapia omeopatica della dislessia.
Ai tempi di Facebook suona troppo semplicistico parlare di grandi caratteri? Parliamo di libro ergonomico, allora, un libro che esplichi correttamente la propria funzione di essere letto, quindi leggibile dal maggior numero di persone.
Perché non si può dire che l’ascolto cura la dislessia: l’ascolto è altra cosa. Ottima, a volte indispensabile, a volte benedetta, ma ‘altra’.
Vorrei il parere degli esperti… Vorrei discuterne…

Versione per stampa
REDAZIONE - PUBBLICITA' - PROMOZIONI - _ - Road Communication sas Editrice P.I. 09842050016 - Copyright © Pagina - All rights reserved
Powered by Blulab