sabato 18 nov 2017
ultimo aggiornamento ore 02.13
CRONACA
ATTUALITA'
INTERVISTE
SPORT
pagina BiancoNera
HANNO DETTO...
L'INTERVENTO DI...
tsunami
pagina dei libri
pagina dell'Arte
pagina della musica
pagina del cinema
pagina della salute
pagina del gelato
pagina delle ricette
pagina delle aziende
pagina degli annunci
pagina dei soldi
pagina degli astri
pagina dei Pezzi da 90
pagina dei concorsi
pagina di Google
pagina del cane Vidar
photogallery
Cerca su Pagina:

Area Utenti
Commenta i nostri articoli:
Username:
Password:
TORINO - 24/07/2016L'INTERVENTO DI...

Battaglia sulle unioni civili

Vito Piepoli

La decisione del Consiglio di Stato sulle unioni civili è insensata e illegittima, per Angela Ciconte, ex capolista del Popolo della Famiglia.
“E’ una decisione assurda e senza precedenti che mette la parola fine alla famiglia, intesa come patto naturale tra uomo e donna, garantito dall’articolo 29 della Costituzione, che è stato violato dal Disegno di Legge Cirinnà”, ha affermato.Il Popolo della Famiglia ha espresso la propria profonda condanna per il parere favorevole del Consiglio di Stato in merito alla necessità di applicare subito il Disegno di Legge Cirinnà sulle Unioni Civili e di vietare ai sindaci l’obiezione di coscienza.L’aspetto ancora più grave e antidemocratico è rappresentato dal divieto per i sindaci di opporre l’obiezione di coscienza. E’ lo Stato che, da ora in poi, decide che cosa è famiglia e che cosa non lo è, vietando la possibilità di esprimere il proprio dissenso. Sono decisioni inaudite e applicate per di più con metodi che non vedevamo dall’epoca fascista, secondo la Ciconte.“Ascolteremo la voce degli italiani – ha continuato - che sono pronti a scendere in piazza come i 300 torinesi con cui abbiamo manifestato, in favore della famiglia, sabato scorso davanti al Comune della città”.
Versione per stampa
REDAZIONE - PUBBLICITA' - PROMOZIONI - _ - Road Communication sas Editrice P.I. 09842050016 - Copyright © Pagina - All rights reserved
Powered by Blulab