lunedì 20 nov 2017
ultimo aggiornamento ore 18.27
CRONACA
ATTUALITA'
INTERVISTE
SPORT
pagina BiancoNera
HANNO DETTO...
L'INTERVENTO DI...
tsunami
pagina dei libri
pagina dell'Arte
pagina della musica
pagina del cinema
pagina della salute
pagina del gelato
pagina delle ricette
pagina delle aziende
pagina degli annunci
pagina dei soldi
pagina degli astri
pagina dei Pezzi da 90
pagina dei concorsi
pagina di Google
pagina del cane Vidar
photogallery
Cerca su Pagina:

Area Utenti
Commenta i nostri articoli:
Username:
Password:
TORINO - 07/12/2015INTERVISTE

SPECTACULAR, OCCHIALE AL CARBONIO NXT

Il miglior design per il migliore materiale innovativo: il carbonio. Un materiale di grande successo.
Mercoledì 9 dalle ore 18,30 in via Maroncelli 3 a Milano nella boutique di Cristina Molinari, presidente della strada l'esperta di modernariato e di art-design Paola Colombari, torinese, verranno presentati “Spectacular Eyewear Redbull Race” gli occhiali in carbonio più leggeri al mondo nati da un'idea torinese dell'avvocato Giovanni Giordano d'Altavilla, vero e proprio maestro del carbonio, che accoglierà tutti per scoprire il primo occhiale al mondo in carbonio Nxt, un'esperienza anche tattile sensoriale. Una visita sicuramente interessante.

Il carbonio utilizzato per questi occhiali da sole, dal gusto raffinatissimo, è il carbonio Nxt, quello impiegato in Formula Uno, non a caso sono brandizzati da RedBull Race.
Preparo la visita dall'avvocato Giovanni Giordano d'Altavilla, un discendente di una delle più prestigiose casate, i Caracciolo. E' di ritorno da Parigi.

Organizzo l'intervista nella sua casa di Torino.

Avvocato D'Altavilla da dove nasce la sua idea?

«La mia idea nasce all'inizio degli anni '90 tra Miami e Milano, dove sono stato sulla scena. Mi innamorai del materiale, tre volte più leggero dell'acciaio, che sopporta sollecitazioni dalle 6 alle 2 volte più dell'acciaio. A New York esplorai temi relativi, prima alla personale storia del carbonio e dopo alla visual art. Prendendo ispirazione da questa esperienza, iniziai a lavorare su varie forme di girocolli e su sandali femminili, cercando di trovare macchinari adeguati. A New York ebbi la percezione del rapporto tra il punto di vista del lavoro-valore-spazio-bellezza. Carbonio non vuol dire nulla. Come oro non vuol dire nulla. Dipende dalla sua composizione. Il carbonio Nxt è un materiale innovativo, creato apposta per l'uso nella Formula 1».

Qual è la sfida oggi?

«La mia sfida l'ho già vinta: da 5 millimetri di spessore riesco a scendere a 30/20 micron a seconda del prodotto da realizzare. Tagliando ad acqua non a laser. La sfida era di sdoganare l'alta tecnologia impiegata nei settori degli extreme sports, nell'home design, nell'habitat, table e lamp, nella jewellery, shoes, bags, bathroom, nello yachting. Questo è il mondo di “Hi Tech Carbon Fashion Design”, l'international brand che racchiude ricerca avanzata nel design con applicazione unicamente con il carbonio. Il mio brand. Con una interazione tra Torino, dove nascono le idee, Londra capitale del design, e la Svizzera come testa finanziaria».

Che cosa colpisce di questa sua ultima creatura frutto di ben due anni di ricerca?

«È un occhiale che impressiona per la tecnologia e per il design combinati in unico materiale, il carbonio Nxt che li rende super leggeri, soli 14 grammi, un materiale 5 volte più leggero dell'acciaio ma anche 2 volte più resistente. Questa fibra di carbonio consiste in 6 strati di materiale che provvedono alla sua resistenza,con un processo leader grazie a impregnanti con resine specifiche che lo pone ad essere leader nel campo degli occhiali da sole con un prodotto di alta qualità insieme alle lenti in nylon Carl Zeiss anti uva. L'occhiale montato con le lenti pesa 14 grammi. Da qui il nome Spectacular».

Ci parla di questa formula magica, la Nxt?

«Il carbonio Nxt è stato impiegato per primo dalla squadra corse della Redbull per la qualità tecnologica. Nel carbonio Nxt viene impiegato il nylon. Questo robusto materiale innovativo viene qui per la prima volta impiegato in un occhiale. Questo materiale ha sopportato l'impatto di una sfera di un chilo di acciaio lanciata da un metro e venti di distanza. Nel mondo della Formula Uno questo materiale viene usato per la costruzione degli spoiler, per la sua alta qualità sintetica, con eccellenti risultati. La perfetta combinazione del carbonio Nxt rende questo occhiale elastico, senza dimenticare le lenti in nylon create appositamente per lui. Con lenti di alta durata. Sono impiegati diversi tipi di lenti, per dimensioni e colore a seconda della montatura».

Con quale risultato?

«Il risultato è un occhiale da sole estremo e di impatto di design. Ecco perché Spectacular. I primi ad indossare questi occhiali sono stati i piloti di formula uno Sebastian Vettel e Mark Webber».

Possiamo dire che si tratta di un made in Italy?

«Devo essere sincero. No, non è un made in Italy puro, la lente è tedesca, il materiale è americano, tutte le viti sono austriache, l'idea sì quella è sicuramente italiana, torinese direi visto che io lo sono. Il prezzo al pubblico è di 390 euro.
Tenendo presente che un paio di occhiali griffati fatti in cellulosa costano dai 400 euro in su ma che non hanno né materiale tecnologico, né design, né lenti specifiche possiamo dire che questo è un prodotto molto tecnologico con una lente fatta apposta. Un rapporto qualità-prezzo direi molto buono. Il mio consiglio è di smetterla di comprare prodotti solo perché griffati ma di indossare prodotti di alta tecnologia».

A Milano in questa sede prestigiosa presenterete anche altri oggetti appartenenti alla sua prestigiosa collezione al carbonio?

«Nel corso della serata ci sarà una preview con l'esibizione di modelle che indossano la futura linea di bracciali e dei gioielli di Hi Tech Carbon Fashion Design realizzati per la prima volta con effetto 3D, un effetto scultoreo frutto della mia preziosa esperienza, e non solo in blackcarbon, come anche gli occhiali che sono realizzati anche in argento metallizzato allutex. I bracciali sono neri ma “mischiati” ad altri materiali compositi viene fuori una gamma di colori che prevede l'argento metallizzato, il bordeaux, il verde scuro british, il marron glacé, il dorato. I bracciali quelli sì sono interamente made in Italy».

Lascio l'avvocato D'Altavilla, “l'uomo del carbonio” come ormai lo chiamo, con una promessa, che ci terrà costantemente informati sulle sue prossime sfide, tutte al carbonio naturalmente.


Gabriella Serravalle



Versione per stampa
REDAZIONE - PUBBLICITA' - PROMOZIONI - _ - Road Communication sas Editrice P.I. 09842050016 - Copyright © Pagina - All rights reserved
Powered by Blulab